Martedì (era)

Sono seduta in macchina,  mezz’ora di anticipo sul cliente,  mi lascio scaldare dal tepore del sole di questa giornata pre estiva, ormai ci siamo…
Mentalmente ripasso chi ancora devo visitare e a che punto sono del fatturato, mese ignobile aprile.
Sull’altro lato della strada da una macchina parcheggiata vedo uscire dal lato della guida un decoltè nero, con plateau e tacco 12 (mi pare) verde militare, le adoro, quasi scenderei dall’auto per chiedere dove le ha acquistate. La tipa che le indossa, con una gonna un po’ troppo corta per i miei gusti e che probabilmente io non indosserei mai ( una loungette con spacco dietro sarebbe la morte loro) sta armeggiando con il telefonino, ha i capelli biondi e corti, le darei una 50ina di anni, ma ultimamente dare l’età a una donna diventa sempre più complicato.
Un uomo che credo non sia particolarmente più grande di lei, gli va incontro sorridendo. Non mi sono soffermata troppo sul suo aspetto,  fondamentalmente perché mi sono incantata dulla scena in se; appena gli è abbastanza vicino, le cinge la vita con il braccio per portarla a se e con un sorriso in se dolce e malizioso la bacia.
Non sono una guardona, giuro !
Ma non vedevo un bacio così bello ( se non cinematografico ) da tantissimo tempo, e soprattutto mi ha ricordato che non bacio ( e conseguentemente non vengo baciata) così da molto più tempo…
Non indugio, mi sembra di essere invadente anche se non mi vedono, prendo il telefono giusto per distogliere lo sguardo e penso all’emozione di un bacio, alle sensazioni che normalmente ti pervadono, alla morbidezza delle labbra che si uniscono e si schiudono, al contatto umido delle lingue che si cercano e si sfiorano, penso a un bacio lento che vuole fermare il tempo, che avanza sulla bocca, che si perde sulle labbra, che vaga senza direzione sulla lingua e che fa vibrare la pelle, che s’infiamma nelle vene che ti scorrono sul corpo… ed è arrivato il cliente.
Torni su questa terra, torni alla realtà,  sollevi lo sguardo per vedere se ancora si baciano, non ci sono più.
E ora, prima di dormire ci ripenso e provo un pizzico d’invidia … e provo a scacciare il pensiero … è solo un bacio come tanti che vedi in tv.

Delirio notturno n°3 (mi pare)

Annunci

2 thoughts on “Martedì (era)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...