Mercoledì ( impudente )

Come un’onda ti attraversa. Una scossa o un brivido che percorre la pelle e si insinua nei muscoli, penetra la carne e si annidia nel punto più sensibile del tuo corpo spento da troppo tempo.
L’eccitazione che rompe il respiro quasi a farti stare in un’apnea finta, alimentata dal desiderio, che accelera il battito del cuore senza fare rumore, che fa pulsare il sangue nelle vene creando il black out del pensiero, fremendo e bramando dita curiose e affamate, labbra e lingua calde e umide, respiro che bisbiglia ingordigia, il corpo in balia della danza del piacere e tu abbandonata ai sensi più primitivi e carnali che ti possiedono, dove ogni inibizione e vergogna lasciano spazio a fantasia, forza e passione.Ed è un bisogno, un desiderio, un sogno… pechè forse, in quattro parole è solo voglia di fare l’amore… ma per me ora è di più di quattro parole…

Anais
Annunci

13 thoughts on “Mercoledì ( impudente )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...